“Termoablazione mediante microonde”: la tecnica innovativa che in dieci minuti distrugge il tumore

Nicoletta Mele

Nicoletta Mele

Laureata in scienze politiche. Dal 2001 iscritta all’ Ordine Nazionale dei Giornalisti. Ha collaborato con testate giornalistiche e uffici stampa. Dopo aver conseguito il master in “ Gestione e marketing di imprese in Tv digitale”, ha lavorato per 12 anni in Rai, occupandosi di programmi di servizio e intrattenimento. Dal 2017 è Direttore Responsabile di Health Online, periodico di informazione sulla sanità integrativa.
Nicoletta Mele

C’è una nuova tecnica per combattere il tumore: si chiama termoablazione mediante microonde.

Boom di telefonate all’ospedale di Chioggia dopo la diffusione della notizia che ad un uomo di 75 anni, affetto da una grave lesione metastatica epatica, è stato distrutto il tumore con un intervento mininvasivo di soli 10 minuti.
La tecnica si chiama “termoablazione mediante microonde”.
È un trattamento di radiologia interventistica che consiste nell’inserimento di un ago direttamente all’interno del tumore in maniera percutanea, ossia senza richiedere alcuna esposizione chirurgica dei distretti corporei su cui si opera, utilizzando l’ecografia o apparecchiature TC come guida, al fine di controllarne l’introduzione e il suo corretto e preciso posizionamento. L’ago da termoablazione viene collegato ad un generatore che eroga onde a radiofrequenza in grado, mediante produzione di calore, di distruggere il tumore risparmiando il tessuto sano circostante.
“L’intervento di alta specialità si è tenuto nelle nuove sale operatorie di day surgery recentemente restaurate. La termoablazione mediante microonde è un nuovissimo trattamento che necessita di un generatore e di un terminale chiamato antenna che, mediante guida ecografica, viene inserita direttamente nella lesione”, commento alla stampa del primario di Chirurgia dott. Salvatore Ramuscello insieme al responsabile del servizio di ecografia interventistica dott. Mario Della Loggia.
La termoablazione mediante microonde è una procedura che si affianca alle altre terapie mediche e chirurgiche disponibili in ambito oncologico. È fondamentale, ai fini del risultato, che la selezione dei pazienti venga effettuata in maniera multidisciplinare e condivisa con tutti gli specialisti coinvolti.
“Cerchiamo di curare con le tecniche più innovative -ha affermato il direttore generale della Ulss 14, Giuseppe Dal Ben– che permettono ai nostri malati di soffrire di meno e di tornare a casa e riprendere la quotidianità in tempi rapidi”.
La termoablazione è una tecnica che, come riportato in letteratura scientifica, si sta diffondendo per il trattamento non invasivo di diversi tipi di tumori: ai reni, ai polmoni, alla tiroide e soprattutto al fegato.
È un’ulteriore arma innovativa per combattere i tumori e contribuisce in maniera significativa al miglioramento del trattamento oncologico nel prossimo futuro.

7 thoughts on ““Termoablazione mediante microonde”: la tecnica innovativa che in dieci minuti distrugge il tumore

  • Sono molto anteressata di avere delle informazioni. Abbiamo la mamma con un cancro al fegato e vie biliare.
    La prego di farmi sapere qualcosa. Grazie infinitament.
    Cordiali saluti.

    Nuccia Salerno

  • Buonasera, come posso fare per avere notizie piu’ dettagliate riguardo la cura delle mie metastasi con questa tecnica? A chi posso contattare ed inviare la mia documentazione medica? Grazie mille

  • mi hanno trovato dei micronoduli (metastasi) ai polmoni vorrei sapere per la termoablazione i tempi di attesa , di ricovero e se viene praticata in anestesia totale. a chi posso rivolgermi per una prima visita e portare a visione tutta documentazione? ringraziando aspetto risposta. Lazzarini barbara

    • Buongiorno Barbara, per tutte le informazioni può chiamare l’ospedale di Chioggia e rivolgersi all’equipe del prof. Ramuscello.
      Regione del Veneto – Azienda ULSS 14 Chioggia
      Strada Madonna Marina, 500 – 30015 Sottomarina di Chioggia (VE)
      Centralino Tel. 041 55 34 111
      Un saluto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *