Rapporto Eurispes: solo quattro italiani su dieci possono permettersi le cure mediche

Solo quattro italiani su dieci possono permettersi le cure mediche. La soluzione è la sanità integrativa.

È difficile arrivare a fine mese. Un italiano su 4 si sente povero e continua a salire la percentuale, pari al 41,9%, degli italiani che non possono permettersi le cure. A lanciare l’ennesimo grido d’allarme è il Rapporto Italia 2017 di Eurispes.
La fotografia scattata dall’Istituto di Studi Politici Economici e Sociali è la seguente: ben il 48,3% delle famiglie non riesce ad arrivare alla fine del mese e il 44,9%, per arrivarvi, è costretto a utilizzare i propri risparmi. Le voci di spesa che pesano di più sono quelle inerenti al mutuo (28,5%) e all’affitto (42,1%). Nel mirino anche le spese mediche: il 25,6% delle famiglie ha difficoltà nell’affrontarle e il 38,1% si vede costretto a tagliarle per motivi economici.
Negli ultimi tre anni è pari al 10,9% la percentuale di chi ha chiesto un prestito bancario proprio perché doveva sostenere delle spese mediche.
A questo si aggiunge la scarsa erogazione dei servizi da parte della (mala) sanità pubblica e le lunghe liste di attesa. La crisi economica è in atto e si sente, ma non si può rinunciare alle cure mediche. Il diritto alla salute non può e non deve essere messo in discussione.
In che modo è possibile riportare il diritto alla salute al centro della vita di ogni individuo? Usufruire della Sanità Integrativa è la soluzione.
Stando agli ultimi dati, il 57,1% degli italiani è a favore del cosiddetto “secondo pilastro” e sono 26,5 milioni gli italiani che si dicono pronti a sottoscrivere una polizza sanitaria o ad aderire a un Fondo Sanitario Integrativo.

In questo contesto si colloca Health Italia, una delle più grandi realtà nel panorama della Sanità Integrativa che, tra le tante attività, opera in qualità di “service provider” di società di mutuo soccorso (la più grande per numero di associati è Mutua MBA), fondi sanitari e casse di assistenza, e che ogni giorno risponde alle esigenze degli associati garantendo dei servizi volti a migliorare la qualità degli aderenti.
Mutua Mba, Società di Mutuo soccorso, da sempre si distingue per l’innovazione dei sussidi ed agisce in un’ottica cooperativistica offrendo dei servizi per la prevenzione, come il check-up personalizzato, l’home test (è un kit di prevenzione semplice, efficace e certificato, inviato agli associati al momento dell’adesione alla copertura sanitaria) e l’innovativo servizio di accesso agevolato alla conservazione delle cellule staminali.
La mission di Mutua Mba è di garantire un corretto e veloce accesso alle informazioni e alla diagnosi precoce.
Fanno parte dell’offerta mutualistica prestazioni come grandi interventi chirurgici, sussidi-sostegno per i casi di “non autosufficienza”, alta diagnostica, visite specialistiche, esami strumentali e ticket. Sono previsti anche sussidi odontoiatrici e oculistici. Mba si avvale della Centrale Salute per organizzare ricoveri, day hospital e lungodegenza.
Tra i vantaggi associativi c’è la detraibilità del 19% del contributo versato e nessuna distinzione per età o per nucleo familiare.
Il riconoscimento della coppia di fatto e l’inclusione nella copertura anche dei figli oltre i 26 anni affetti da gravi disabilità, sono solo alcune delle esclusività di Mutua Mba.
Inoltre, la mutua è aderente all’ANSI (Associazione Nazionale Sanità Integrativa) e l’attività associativa è svolta da qualificati soci promotori mutualistici. È bene anche ricordare che non è previsto alcun limite di età per l’accesso all’assistenza base.
È con la tessera associativa di Mutua MBA, una vera e propria carta d’identità del socio, inviata ad ogni associato che ne fa domanda, che si aderisce non solo ai sussidi base ma anche ai molteplici piani assistenziali. La card è quindi uno strumento che richiama valori come l’appartenenza e l’utilità al tempo stesso. Perché scegliere di far parte della famiglia di Health Italia? Perché la salute e il benessere della persona sono al centro della nostra attività.

Nicoletta Mele
Nicoletta Mele
Laureata in scienze politiche. Dal 2001 iscritta all’ Ordine Nazionale dei Giornalisti. Ha collaborato con testate giornalistiche e uffici stampa. Dopo aver conseguito il master in “ Gestione e marketing di imprese in Tv digitale”, ha lavorato per 12 anni in Rai, occupandosi di programmi di servizio e intrattenimento. Dal 2017 è Direttore Responsabile di Health Online, periodico di informazione sulla sanità integrativa.
Banca delle Visite_728

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *