Dalla fragilità alla scomparsa, a Roma un convegno sulle demenze e patologie psichiatriche

La sala del Refettorio della Camera dei Deputati di palazzo San Macuto lunedì 27 giugno, a partire dalle ore 14,30, ospiterà il convegno “Dalla fragilità alla scomparsa” organizzato dal Comitato Scientifico Ricerca Scomparsi OdV in collaborazione con l’Associazione Amici Alzheimer OdV, OsintItalia APS e grazie all’impegno dell’Onorevole Maria Spena che recentemente ha contribuito all’approvazione di un provvedimento a tutela delle persone fragili. Nel corso dell’evento, che ha ricevuto anche il patrocinio del Ministero dell’Interno, del Consiglio della Regione Lazio e di Roma Capitale e che vedrà la partecipazione di esperti in campo istituzionale e medico, oltre ai rappresentanti delle tre realtà associative, si affronterà il tema delle persone fragili che quotidianamente scompaiono in Italia, con un particolare focus sulle persone affette da demenze e patologie psichiatriche.

I dati – informano con una nota stampa dall’Associazione – sono allarmanti e per questo è fondamentale ragionare nell’ottica della prevenzione delle scomparse, sia con i familiari dei soggetti affetti da queste patologie sia con le strutture di cura; durante il convegno si analizzeranno le opportunità date dalla tecnologia, come ausilio di prevenzione in campo privato e pubblico, in particolar modo l’utilizzo del GPS utile a rintracciare le persone scomparse.

Nel corso del 2021 sono state presentate 19.269 denunce di scomparsa di persone. Di queste, 12.117 sono minori e 835 sono persone con oltre 65 anni di età. In gran parte dei casi, l’allontanamento riguarda persone con disturbi psicologici. Proprio sulla base di questo triste fenomeno, il Commissario straordinario del Governo per le persone scomparse Antonino Bella e la Fondazione Santa Lucia Irccs di Roma, Istituto di ricerca in neuroscienze e ospedale di neuro-riabilitazione, hanno avviato un nuovo percorso di collaborazione con lo scopo di sviluppare una collaborazione scientifica attraverso cui individuare i fattori di rischio che portano persone con lesioni del sistema nervoso ad abbandonare il proprio domicilio e affrontare con una mirata azione di prevenzione le potenziali situazioni di rischio.

Preziosi in questo senso saranno l’informazione verso il pubblico dei segnali che possono anticipare una condizione di compromissione di tipo cognitivo di un parente o una persona cara colpita da una malattia del sistema nervoso, compreso l’Alzheimer, e di formazione per i caregiver che si prendono cura di persone colpite da demenza o con altri disturbi neurologici diagnosticati.

La partecipazione al convegno che si terrà lunedì a Roma è gratuita ma occorre registrarsi scrivendo una mail a c.scientificopenelopescomparsi@gmail.com.

Alessandro Notarnicola
Alessandro Notarnicola
Mi occupo di giornalismo e critica cinematografica. Dopo la laurea in Lettere e Filosofia nel 2013, nel 2016 ho conseguito la Laurea Magistrale in "Editoria e Scrittura". Da qualche anno mi sono concentrato sull'attività della Santa Sede e sui principali eventi che coinvolgono la Chiesa cattolica in Italia e nel mondo intero.
Mutua Semplice_728

Comments are closed.