COVID-19 e sport: il salotto degli italiani diventa una palestra live su Instagram

Con la chiusura di tutti gli impianti sportivi e lo spopolarsi definitivo di centri benessere, campi da gioco, piscine, gli italiani sono diventati un popolo meno sportivo. Perlomeno è questo il pensiero di molti, ma non di tutti. Con l’avvio della quarantena, nello specifico già dal Dpcm del 23 febbraio quando sono state introdotte le prime misure precauzionali, i molti costretti a casa hanno dato vita a una vera e propria palestra domestica. Non mancano all’appello gli atleti più conosciuti al mondo, è questo il caso del nuotatore Filippo Magnini e del calciatore Cristiano Ronaldo.

Il pluricampione italiano di nuoto – che ha messo piede in acqua l’ultima volta a metà febbraio – si allena da casa a Milano con attrezzi da palestra acquistati da poco, mentre il pluricampione portoghese calciatore della Juventus si esercita nella piscina della sua casa di Madeira. In questa ipotetica “diatriba” tra i 2 grandi atleti si cela la sintesi di cosa fanno e come si allenano i professionisti durante il lockdown: ognuno lo fa privatamente come può, a prescindere se sia uno sport “ricco” o meno. Tutti uguali gli atleti di fronte a questa emergenza sanitaria, con la speranza di tornare a fare quello che più si ama.

Intanto, Instagram – seguendo la campagna #IoRestoaCasa – si è trasformato in una vera e grande palestra in cui tutti possono allenarsi live fornendo ai propri follower spunti per un workout efficace e completo costituiti da circuiti di circa un’ora facilmente eseguibili nel proprio salotto di casa. Insomma, l’importante è mantenersi in forma senza restare vittime della sedentarietà.

L’esperienza del COVID-19 ha prodotto anche un risvolto positivo: il Ministero della Salute si è reso promotore dell’attività fisica verso gli italiani lanciando messaggi sull’importanza di mantenersi fisicamente attivi durante la quarantena. Nella vignetta pubblicata dal Ministero gli italiani sono esortati a:

  • Fare esercizi seguendo corsi online: per evitare di farvi male, cercate delle lezioni che siano in linea con la vostra forma fisica. Se trovate un canale You Tube che vi ispira, prima seguite le lezioni brevi, massimo 10 minuti, e valutate se siano sostenibili. Poi passate a quelle più lunghe;
  • Ballare: un’ottima attività da fare per mantenere efficiente il sistema cardiovascolare e aumentare la densità ossea. In questo caso via libera, secondo le proprie preferenze;
  • Provare videogiochi di allenamento: anche qui, attenzione al livello del videogioco. Inoltre non è necessario avere un videogioco per potersi muovere, per esempio lo si può fare anche nelle pause pubblicitarie dei propri programmi preferiti,
  • Saltare la corda: attenzione, saltare la corda è un’attività estremamente funzionale ma se fatta male o con elevata intensità stressa molto l’organismo. Iniziate con al massimo 15 minuti di saltelli liberi. Poi, se volete migliorare la vostra efficienza cardiaca, usatela come interval training. Fate 5 minuti di saltelli liberi seguiti da 1 minuto di skip con ginocchia alte. Ripetete 3 volte. Se volete allenarvi sul serio con la corsa, dovete prenderne una da boxeur, con l’anima in acciaio.
  • Praticare esercizi di stretching: lo stretching è una pratica per allungare i muscoli (che in realtà non si allungano). Però è importante ricordare che lo stretching va praticato con un buon riscaldamento per ridurre la resistenza viscosa dei muscoli, lo si deve fare la sera perchè la mattina i recettori sono più attivi e deve essere accompagnato da una buona respirazione, altrimenti è inutile e controproducente.
Alessandro Notarnicola
Alessandro Notarnicola
Mi occupo di giornalismo e critica cinematografica. Dopo la laurea in Lettere e Filosofia nel 2013, nel 2016 ho conseguito la Laurea Magistrale in "Editoria e Scrittura". Da qualche anno mi sono concentrato sull'attività della Santa Sede e sui principali eventi che coinvolgono la Chiesa cattolica in Italia e nel mondo intero.
Health Italia_728

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *