TUMORI DEL CAVO ORALE: 10 APRILE PRIMA GIORNATA NAZIONALE PER LA PREVENZIONE

L’incidenza nel mondo dei tumori della testa e del collo è di circa 500.000 casi per anno con un tasso di mortalità annuo di circa 270.000. In Italia rappresentano il 5% di tutti i tumori maligni e sono al 5° posto come frequenza. Ogni anno vengono diagnosticati circa 12.000 nuovi casi con un tasso di incidenza annuo di 16 casi per 100.000 italiani.
Gli uomini rispetto alle donne (in una proporzione di circa 6 ad 1), tra i 50 ad i 70 anni, è la categoria maggiormente colpita da questo tipo di neoplasia. A determinate i tumori del cavo orale e della laringe sono soprattutto abitudini di vita sbagliate come l’abuso di alcol e di fumo, mentre l’insorgere dei tumori del naso e dei seni paranasali sono attribuiti a specifiche attività lavorative con l’esposizione alle polveri del legno o anche ad infezioni virali (es. EBV e HPV).
Anche per i tumori della cavità orale è fondamentale cogliere in tempo quei campanelli di allarme per poter intervenire tempestivamente. L’identificazione precoce di questo tipo di tumore non sempre è facile perché i sintomi, soprattutto nella fase iniziale, sono assenti o sottovalutati, ragion per cui la diagnosi precoce passa attraverso l’eliminazione dei fattori di rischio, quali alcool, fumo e pratiche sessuali promiscue.
La scoperta della neoplasia è spesso merito di una diagnosi precoce grazie alle visite specialistiche preventive. Individuare i tumori in fase precoce dà, infatti la possibilità di modificare la prognosi della malattia riducendone la mortalità e i metodi invasivi dei trattamenti terapeutici.
E proprio per sensibilizzare la collettività alla prevenzione che oggi si celebra la prima Giornata Nazionale promossa dall’Associazione Otorinolaringologi Ospedalieri Italiani e patrocinata dal Ministero della Salute, con visite specialistiche gratuite in diversi ospedali italiani.
Tra gli altri, ha aderito all’iniziativa l’Ambulatorio della Clinica Universitaria ORL dell’ospedale Molinette della Città della Salute di Torino diretta dal professor Roberto Albera.
Mutua Basis Assistance ha intervistato il dottor Giancarlo Pecorari, professore associato presso la Clinica otorinolaringoiatra dell’ospedale Molisette della Citta della salute di Torino, il quale ha spiegato l’importanza della prevenzione come strumento indispensabile per agire tempestivamente e combattere questo tipo di neoplasie.

“La giornata di oggi è la prima al livello nazionale ed è volta a sensibilizzare la popolazione e soprattutto i soggetti più a rischio a fare prevenzione perchè, si stima che i tumori al cavo orale,se sono diagnosticati precocemente, aumentano la sopravvivenza con una completa guarigione di circa l’80%. E proprio in quest’ottica che l’ospedale le Molisette della Città della Salute aderisce a iniziative di questo tipo con visite specialistiche gratuite, eseguite anche dal sottoscritto, che si svolgeranno oggi dalle ore 9 alle 12 presso l’ambulatorio ORL. Dopo la visita al paziente verrà rilasciato un referto con l’esito dell’esame. Il nostro Centro è da sempre impegnato nell’individuazione precoce dei tumori della cavità orale tant’è che ogni anno organizza, con la Lega Italiana per la lotta contro i tumori (LILT) due giornate dedicate alla prevenzione”.

Qual è la percentuale di adesione da parte della popolazione?

“I riscontri sono sempre positivi perché, grazie anche ai canali di informazione, la gente è consapevole del fatto che la diagnosi precoce prevede un trattamento terapeutico meno aggressivo. Un tumore in fase iniziale è più facile da trattare con un intervento chirurgico poco invasivo, non c’è bisogno di ricorrere alla chemioterapia e la percentuale di guarigione è molto alta. Durante le nostre campagne, però paradossalmente, si sottopongono alle visite specialistiche le persone che seguono una buona prevenzione primaria. I soggetti più a rischio, cioè coloro che hanno dei cattivi stili di vita, con abuso di alcool e di fumo e con un’attività sessuale orale promiscua, invece tendono, per paura, a non aderire alle campagne di screening”.

Quali sono i consigli?

“Il mio consiglio principale è quello di prestare molta attenzione ad alcuni campanelli di allarme che il nostro corpo ci invia. Nel momento in cui, durante l’assunzione di cibi caldi e bevande alcoliche, si avvertono dei fastidi, come leggero bruciore o una faringite, che perdurano per più di 15 giorni nonostante la terapia antibiotica, è consigliabile rivolgersi ad uno otorinolaringoiatra. I soggetti a rischio almeno una volta l’anno dovrebbero sottoporsi ad una visita specialista”.

Da Torino a Sassuolo. Per tutto il pomeriggio di oggi, dalle ore 14.30 alle ore 18.00 uno specialista in otorinolaringoiatria dell’ospedale di Sassuolo accoglierà i cittadini nel proprio ambulatorio per sottoporsi a delle visite gratuite ed è anche prevista, consigliabile per chi a più di 40 anni, una fibroscopia. Questo è un esame che, grazie all’utilizzo di una fibra ottica inserita nel naso del paziente, consente di verificare con molta precisione l’eventuale presenza di tumori nella cavità orale, all’ipofaringe e alla laringe. Sarà inoltre l’occasione per rivolgere al medico le proprie domande e, in caso di esito positivo dello screening, prenotare una visita per un ulteriore approfondimento.

“Fumo, alcol, scarsa igiene orale, protesi dentarie traumatizzanti e virus del papilloma – ha spiegato il Responsabile dell’Unità Operativa di Otorinolaringoiatria dell’Ospedale di Sassuolo, Paolo Gambelli – ma anche una dieta povera di frutta e verdura sono tra le principali cause che possono provocare l’insorgenza di questo genere di tumori, che hanno la loro massima incidenza tra i 50 e i 60 anni d’età. Con una diagnosi precoce è possibile migliorare la propria qualità di vita e diminuire sensibilmente il rischio di interventi invalidanti. Proprio per questo vogliamo invitare i cittadini che lo desiderino a partecipare a questo primo screening promosso da AOOI e patrocinato dal Ministero della Salute, al quale l’Ospedale di Sassuolo ha voluto aderire fin dalla sua prima edizione. Perché, come recita lo slogan della campagna nazionale: prevenire è più facile che dire otorinolaringoiatria”.
10 APRILE - 1a Giornata della Prevenzione AOOI Diagnosi precoce dei tumori del cavo orale

 
 
Altre informazioni utili sulla Giornata di prevenzione otorinolaringoiatrica sono disponibili sul sito: http://www.giornataprevenzioneaooi.it

Per Mutua Basis Assistance la prevenzione è fondamentale e di primaria importanza perché guarda alla persona e alla comunità per promuoverne la salute, potenziando i determinanti positivi e riducendo quelli negativi, individuando precocemente fattori di rischio e rimuovendoli, nonché diagnosticando precocemente le patologie al fine di assicurare una migliore aspettativa di vita, anche mediante percorsi assistenziali e riabilitativi adeguati. MBA crede fortemente che la Salute dell’individuo e la sua capacità di vivere nel proprio contesto sociale passino da un stile di vita sano e dal benessere psico-fisico perché “la salute è una dimensione essenziale del benessere individuale”

Nicoletta Mele
Nicoletta Mele
Laureata in scienze politiche. Dal 2001 iscritta all’ Ordine Nazionale dei Giornalisti. Ha collaborato con testate giornalistiche e uffici stampa. Dopo aver conseguito il master in “ Gestione e marketing di imprese in Tv digitale”, ha lavorato per 12 anni in Rai, occupandosi di programmi di servizio e intrattenimento. Dal 2017 è Direttore Responsabile di Health Online, periodico di informazione sulla sanità integrativa.
Fondazione Health Italia_728

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *