Superare la dipendenza da zucchero

Nell´articolo precedente abbiamo parlato di come lo zucchero induca dipendenza.
Ecco alcuni consigli pratici per diminuire drasticamente il consumo di zuccheri dalla nostra dieta:
Punto 1: Prevenire è meglio che curare. La prevenzione comincia da quali cibi si sceglie di comprare. Scegliere di acquistare cibi non processati e a basso contenuto di zucchero è il primo passo per non cadere in tentazione quando, aprendo il freezer, ci ritroviamo faccia a faccia con quella vaschetta di gelato.
Punto 2: Consumare pasti che includano fonti salutari dei 3 macronutrienti principali (carboidrati, proteine e grassi) è un´ottima strategia per evitare la voglia di dolce. Il desiderio di zuccheri spesso compare proprio perché il corpo non ha ricevuto in giusta quantità tali macronutrienti. In particolare, introdurre proteine e/o  grassi ad ogni pasto aiuta a controllare i livelli di zucchero nel sangue.
Punto 3:  Consumare tre pasti e due spuntini o cinque piccoli pasti al giorno per far sì che i livelli di zucchero nel sangue non oscillino ma restino costanti durante la giornata.
Punto 4: Move your body! L´attività fisica aiuta a ridurre la tensione, aumentare i livelli di energia e diminuisce il desiderio di zucchero. Inoltre l’esercizio fisico riduce la glicemia in eccesso.
Punto 5: Dormire a sufficienza. Il desiderio di zuccheri è legato ai ritmi circadiani e alla qualità del nostro sonno. Una buona qualità del sonno ridurrà la voglia di dolce. Se siamo stanchi, invece, potremmo tendere ad usare lo zucchero come fonte di energia per contrastare la spossatezza.
Punto 6: Molte volte il desiderio di zuccheri (e di cibo in generale) nasconde un bisogno emotivo che non viene soddisfatto. E così si può mangiare per noia, per rabbia, per ansia o per tristezza. Ma anche per felicità, usando il cibo come ricompensa (linkare articolo su fame emotiva).
Punto 7: Bere tanta acqua. A volte bere acqua può aiutare ad allontanare la voglia di zuccheri. Spesso, infatti, ciò che percepiamo come un desiderio di dolci è solamente sete.
Punto 8: Leggere le etichette dei cibi, controllare i grammi di zucchero e scegliere i prodotti con meno zucchero per porzione.
Punto 9: Livelli alti di stress cronico possono scatenare la voglia di dolci. Lo zucchero infatti può essere usato proprio per ridurre i livelli di stress. Trovare modi alternativi e più salutari di diminuire i livelli di stress può ridimensionare il bisogno di zuccheri.
Punto 10: E quando la voglia di dolci ti assale… ricordati di preferire cibi contenenti zuccheri naturali, come la frutta. Soddisferai il tuo palato e fornirai al tuo corpo una ricarica di vitamine, minerali, fibre, antiossidanti e liquidi.
 

Giuseppe Iannone
Giuseppe Iannone
Psicologo clinico e neuropsicologo, ha conseguito la Laurea in Neuroscienze Cliniche e Cognitive con specializzazione in Psicopatologia presso l’Università di Maastricht (Paesi Bassi). È iscritto all'Albo dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia ed è sono autore di diverse pubblicazioni scientifiche. Possiede una seconda laurea in Pedagogia della Lingua e Cultura Italiana, conseguita a pieni voti presso l’Università per Stranieri di Siena e si occupa di consulenza linguistica e culturale in diverse aziende. Infine, è istruttore di tecniche di respirazione, di rilassamento, di training autogeno, di massaggio russo e di autodifesa presso la A.S.D. Systema Milano.
StemWay Biotech_728

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *