L’amnesia dissociativa

È possibile cancellare dalla memoria il ricordo di un evento traumatico? Il DSM-5 parla di amnesia dissociativa, con riferimento a un disturbo mentale caratterizzato dall´incapacità di rievocare importanti informazioni autobiografiche. Esistono diversi tipi di amnesia dissociativa:

  • L´amnesia circoscritta (la forma più comune di amnesia) consiste nell´incapacità di ricordare eventi accaduti in un determinato periodo di tempo, come per esempio l´incapacità di ricordare, da adulti, abusi sofferti da bambini o, nei soldati tornati dalla guerra, nell´incapacità di rievocare episodi avvenuti durante i combattimenti).
  • L´amnesia selettiva consiste nell´incapacità di ricordare solo alcuni eventi, mentre il ricordo di altri eventi avvenuti in altri periodi resta intatto. Non di rado, l´amnesia circoscritta e quella selettiva possono co-occorrere nello stesso individuo.
  • L´amnesia generalizzata consiste nella perdita totale di memoria autobiografica, per cui l´individuo non solo non riesce a rievocare la sua storia di vita personale, ma può addirittura non avere consapevolezza della propria identità. Questa forma di amnesia è la più rara e ha tendenzialmente un esordio acuto. Spesso chi ne soffre (veterani di guerra, persone che hanno subito abusi sessuali o individui che vivono forti condizioni di stress o conflitti emotivi estremi) può vagare senza una meta.
  • L´amnesia sistematica è caratterizzata dalla perdita del ricordo relativamente a una specifica categoria di informazioni (ricordi relativi alla propria famiglia, o a una persona o a un episodio in particolare).
  • Nell´amnesia continuativa, infine, la persona non è in grado di rievocare i nuovi eventi.

Attraverso un percorso psicologico, a volte, è possibile riempire questi buchi mnestici. Il racconto della propria storia di vita in un contesto clinico assume qui una rilevanza peculiare e così psicologo e paziente diventano co-autori di una storia di vita che esige di essere raccontata. Perché noi siamo quello che raccontiamo.

Giuseppe Iannone
Giuseppe Iannone
Psicologo clinico e neuropsicologo, ha conseguito la Laurea in Neuroscienze Cliniche e Cognitive con specializzazione in Psicopatologia presso l’Università di Maastricht (Paesi Bassi). È iscritto all'Albo dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia ed è sono autore di diverse pubblicazioni scientifiche. Possiede una seconda laurea in Pedagogia della Lingua e Cultura Italiana, conseguita a pieni voti presso l’Università per Stranieri di Siena e si occupa di consulenza linguistica e culturale in diverse aziende. Infine, è istruttore di tecniche di respirazione, di rilassamento, di training autogeno, di massaggio russo e di autodifesa presso la A.S.D. Systema Milano.
BeLive_728

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *