Alzheimer, dalle farmacie consigli utili per le persone con demenza e i loro familiari

Alzheimer, dalle farmacie consigli utili per le persone con demenza e i loro familiari

Migliorare le vita dei malati e dei loro cari e garantire maggiori servizi di prossimità. Nasce su queste premesse “Farmacie Amiche delle Persone con Demenza“, il progetto lanciato dalla Federazione Alzheimer Italia e da Federfarma con lo scopo di dispensare alle farmacie consigli utili e indicazioni pratiche per diventare “Amiche delle Persone con Demenza“. L’iniziativa, che rientra nell’ambito del progetto “Comunità Amiche delle Persone con Demenza” che Federazione Alzheimer promuove dal 2016 per arginare i pregiudizi e le discriminazioni che fanno della demenza una delle sindromi più temute e incomprese, si avvale dell’area riservata del sito federfarma.it attraverso cui i farmacisti potranno consultare il vademecum “Farmacia Amica della Demenza”, che contiene informazioni e dati relativi alla patologia: i numeri, i sintomi, il decorso e le possibili terapie in uso.

Sono inoltre indicati i comportamenti corretti per rapportarsi a una persona con demenza quando entra in farmacia: tra gli altri, guardarla negli occhi, mantenere un tono di voce basso e pacato, essere pazienti e non mettere fretta se non capisce.  I farmacisti potranno trovare anche una serie di consigli pratici su come allestire la propria farmacia: indicazioni chiare sugli scaffali, un’illuminazione che aiuti a individuare con facilità la segnaletica del negozio e, laddove possibile, uno spazio adatto dove la persona possa accomodarsi in tranquillità e sicurezza in caso avverta un momento di spaesamento. Sono inoltre disponibili anche alcune schede di approfondimento sulla Federazione Alzheimer Italia, i diritti delle persone con demenza, i possibili sintomi premonitori e l’importanza della prevenzione.

Questo nuovo servizio di prossimità, cura, approccio e assistenza al malato di Alzheimer arriva nelle stesse ore in cui l’FDA dà il via libera al farmaco contro la sindrome, dopo vent’anni di ricerca in questo campo. Secondo l’ente americano, che ha chiesto un nuovo test clinico, la terapia messa a punto da Biogen ha le potenzialità per rallentare il decorso della malattia. “Le Comunità Amiche delle Persone con Demenza – commenta in una nota stampa Gabriella Salvini Porro, Presidente della Federazione Alzheimer Italia – sono luoghi dove ascolto e inclusione sono all’ordine di ogni giorno. Noi della Federazione Alzheimer Italia ci impegniamo perché sempre più persone conoscano la demenza per cancellare lo stigma che colpisce i malati e i loro familiari. In questa ottica si inserisce la collaborazione con Federfarma. Le farmacie possono essere un importante punto di riferimento per le persone con demenza”.

L’iniziativa Comunità Amiche delle Persone con Demenza arriva in Italia tramite la Federazione Alzheimer Italia con il progetto pilota nella cittadina lombarda di Abbiategrasso avviato sulla base di un protocollo messo a punto in Gran Bretagna dall’Alzheimer’s Society, associazione di malati e familiari pioniera dell’organizzazione di Dementia Friendly Community in Europa. Le Comunità Amiche delle Persone con Demenza sono città, paesi o porzioni di territorio, in cui la popolazione, le istituzioni, le associazioni, le categorie professionali creano una rete di cittadini consapevoli che sappiano ascoltare e rapportarsi alla persona con demenza per farla sentire a proprio agio nella sua comunità.

Alessandro Notarnicola
Alessandro Notarnicola
Mi occupo di giornalismo e critica cinematografica. Dopo la laurea in Lettere e Filosofia nel 2013, nel 2016 ho conseguito la Laurea Magistrale in "Editoria e Scrittura". Da qualche anno mi sono concentrato sull'attività della Santa Sede e sui principali eventi che coinvolgono la Chiesa cattolica in Italia e nel mondo intero.
Banca delle Visite_728

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *