MORTE IMANE FADIL, ALTA CONCENTRAZIONE DI CADMIO E ANTIMONIO NEL SANGUE

Nicoletta Mele

Nicoletta Mele

Laureata in scienze politiche. Dal 2001 iscritta all’ Ordine Nazionale dei Giornalisti. Ha collaborato con testate giornalistiche e uffici stampa. Dopo aver conseguito il master in “ Gestione e marketing di imprese in Tv digitale”, ha lavorato per 12 anni in Rai, occupandosi di programmi di servizio e intrattenimento. Dal 2017 è Direttore Responsabile di Health Online, periodico di informazione sulla sanità integrativa.
Nicoletta Mele

E’ balzata alle cronache lamorte di Imane Fadil,la testimone chiave delle inchieste sul caso Ruby, avvenuta lo scorso 1 marzo per cause misteriose Secondo il procuratore capo di Milano nel sangue

di Fadil era presente un’alta concentrazione di alcuni metalli, in particolare il cadmio e l’antimonio,, sottolineando che l’antimonio era presente con un valore di quasi tre volte superiore e il cadmio urinario di quasi sette volte superiore il range normale. Come si accumulano nell’organismo il cadmio e l’antimonio? Quali sono i sintomi? Lo riporta un interessante articolo pubblicato su il corriere.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *