Una mela al giorno per prevenire l'atrofia negli anziani

una mela al giorno

SALUTE E BENESSERE: LA BUCCIA DELLA MELA È UN ALIMENTO BENEFICO PER IL NOSTRO ORGANISMO. UNA RECENTE RICERCA STATUNITENSE RIVELA CHE AIUTA ANCHE A PREVENIRE L’ATROFIA NEGLI ANZIANI.
 
“Una mela al giorno toglie il medico di torno” recita un antico detto che oggi trova conferma in un recente studio statunitense dell’University of Iowa e pubblicato sulla rivista scientifica Journal of Biological Chemistry, secondo il quale alcune particolari sostanze contenute nella buccia della mela aiutano a prevenire l’indebolimento dei muscoli negli anziani. La buccia della mela, così come quella del pomodoro, contiene delle proprietà chimiche naturali, nello specifico acido ursolico e tomatidina, che possono dunque permettere agli anziani di restare attivi e dinamici più a lungo perché si oppongono all’azione dannosa di una particolare proteina, chiamata ATF4, che agisce sulla massa muscolare causando debolezza e atrofia.
“Tanti di noi sanno personalmente cosa significhi avere problemi muscolari e purtroppo questi problemi peggiorano con l’avanzare dell’età -ha spiegato il professore di medicina a capo della ricerca Christopher Adams– questi problemi hanno un impatto enorme sulla qualità della vita e sul nostro livello di benessere”.
I dati che emergono dagli esperimenti, evidenziano che acido ursolico e tomatidina sono in grado non solo di “ringiovanire” i muscoli, ma anche di aumentare la qualità della loro massa del 30% in soli due mesi.
“Basandoci su questi risultati, l’acido ursolico e la tomatidina -ha continuato Adams- sembrano avere un enorme potenziale nella lotta contro l’atrofia nella terza età. Riducendo l’attività della proteina ATF4, queste sostanze permettono al muscolo di riprendersi dagli effetti dell’invecchiamento”.
Una mela al giorno previene l'atrofia negli anzianiIn generale, mangiare quotidianamente una mela apporta diversi benefici al nostro organismo, ancor di più se non privata della buccia. Gli specialisti raccomandano quindi di magiare la mela con la buccia perché quest’ultima contiene molte fibre, fondamentali per la regolarità del nostro intestino. Una mela con la buccia contiene in media 4,4 grammi di fibra, senza invece solo 2,1 grammi. E’ anche ricca di vitamine, sono infatti in media 8,4 milligrammi di Vitamina C e 98 UI (unità di misura della quantità di una sostanza, basata sul suo effetto ovvero sulla sua attività biologica) di vitamina A. Senza, invece, queste vitamine scendono rispettivamente a 6,4 milligrammi e a 61 UI.
La quercetina, una sostanza antiossidante presente nella buccia della mela ha molte proprietà tanto da alleviare i problemi respiratori, proteggere la memoria e non solo… sembra essere anche in grado di combattere i danni ai tessuti cerebrali che nel tempo possono portare allo sviluppo di Alzheimer o altre malattie degenerative.
Inoltre, sono contenute delle sostanze considerate antitumorali, i triterpenoidi che, secondo uno studio della Cornell University, “inibiscono o uccidono le cellule tumorali in colture di laboratorio”, soprattutto quelle che si sviluppano nel fegato, colon e seno. Mangiare una mela al giorno apporta tanti benefici al nostro organismo e ci fa tornare in mente che i detti non sbagliano mai!

Nicoletta Mele
Nicoletta Mele
Laureata in scienze politiche. Dal 2001 iscritta all’ Ordine Nazionale dei Giornalisti. Ha collaborato con testate giornalistiche e uffici stampa. Dopo aver conseguito il master in “ Gestione e marketing di imprese in Tv digitale”, ha lavorato per 12 anni in Rai, occupandosi di programmi di servizio e intrattenimento. Dal 2017 è Direttore Responsabile di Health Online, periodico di informazione sulla sanità integrativa.
Fondazione Health Italia_728

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *