TOP TEN DI OGGETTI D’USO QUOTIDIANO CON MAGGIORE PRESENZA DI BATTERI

TCi sono alcuni oggetti d’uso quotidiano apparentemente puliti dove in realtà si annidano molti batteri, tra gli altri, computer, smartphone, telecomando, spazzolino da denti e asciugacapelli.
Ci sono alcuni oggetti d’uso quotidiano apparentemente puliti dove in realtà si annidano molti batteri, tra gli altri, computer, smartphone, telecomando, spazzolino da denti e asciugacapelli. Questi sono ai primi posti della top ten stilata dal sito belga “PassionSanté.be’.

Il primo posto se lo ha aggiudicato la tastiera del computer con batteri 400 volte in più rispetto alla tavoletta del Wc!

A seguire i telefoni cellulari, altro oggetto in perenne contatto con mani e viso. Sullo schermo del nostro smartphone si depositano oltre 100 volte più germi della tavoletta del water. La maggior parte sono fortunatamente innocui, ma non tutti: alcuni causano infezioni intestinali (batteri) e infezioni respiratorie (virus) o malattie della pelle. A tal proposito bisogna fare attenzione quando si presta il telefono cellulare (specialmente a una persona con un raffreddore) ed è utile pulirlo regolarmente con un panno disinfettante.

Un altro strumento sotto l’occhio del ciclone è il telecomando della tv soprattutto quello che si trova nelle camere degli alberghi vista la quantità di persone che lo toccano.

Lo spazzolino da dentipuò essere invece una sorgente di infezione. I batteri infatti vivono molto bene in un ambiente caldo e umido dove si moltiplicano rapidamente. Per questo è importante cambiare regolarmente lo spazzolino da denti, asciugarlo dopo l’uso e mantenere pulito il portaspazzolino.

Un altro oggetto dove si annidano batteri è l’insospettabile phone asciuga capelli perché l’aria calda è un ‘mezzo di trasporto’ ideale per batteri e virus che si trovano nei paraggi. Anche se – va detto – l’aria molto calda uccide i microbi ma è piuttosto fastidiosa sui capelli e sulla pelle.

I resti di cibo nel forno classico e in quello a microonde sono un terreno fertile per i batteri motivo per il quale si raccomanda di pulirli regolarmente ogni volta dopo l’uso.

Sotto accusa anche il carrello del supermercato: lavarsi le mani prima di conservare gli acquisti fatti, soprattutto se si devono maneggiare prodotti freschi, come carne o pesce è una buona regola da seguire.

E’ risaputo che le lenzuola e i cuscini sono un vero e proprio ‘rifugio’ per gli acari della polvere e le cosiddette cimici del letto, ma anche di batteri. Ecco perché é importante cambiare regolarmente lenzuola e federe e pulire spesso il materasso.

Ed i vestiti? il lavaggio in lavatrice non garantisce di sbarazzarsi completamente dei microbi. Gli abiti vengono puliti, la maggior parte dei germi eliminata, ma può restare dell’acqua nel cestello della lavatrice, dove i batteri albergano comodamente. Se serve quindi è utile farlo bene asciugare e in ogni caso lasciare lo sportello aperto in modo da eliminare l’umidità.

Senza che l’igiene diventi un’ossessione, cerchiamo di seguire alcuni accorgimenti uno tra tutti il lavaggio delle mani.

Mutua Mba, società di mutuo soccorso, ha pubblicato un articolo occasione della Giornata Mondiale, su come lavarsi le mani perchè grazie ad una corretta igiene possiamo prevenire le malattie e le infezioni. Sono 5 le semplici azioni da mettere in atto che richiedono non più di 30 secondi. 10101

Nicoletta Mele
Nicoletta Mele
Laureata in scienze politiche. Dal 2001 iscritta all’ Ordine Nazionale dei Giornalisti. Ha collaborato con testate giornalistiche e uffici stampa. Dopo aver conseguito il master in “ Gestione e marketing di imprese in Tv digitale”, ha lavorato per 12 anni in Rai, occupandosi di programmi di servizio e intrattenimento. Dal 2017 è Direttore Responsabile di Health Online, periodico di informazione sulla sanità integrativa.
Banca delle Visite_728

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *