La Camera approva il decreto Vaccini: tutte le novità

Venerdì scorso è stata la giornata decisiva tanto attesa per il destino dei vaccini, tema che in questo periodo ha tenuto alta l’attenzione dell’opinione pubblica. Con 296 voti a favore, 92 contrari e 15 astenuti c’è stato il via libera definitivo sulle nuove norme del decreto che prevede delle novità importanti. Le vaccinazioni obbligatorie gratuite per l’iscrizione all’asilo salgono da 4 a 10, per i minori fino a 16 anni non vaccinati i presidi degli istituti scolastici hanno l’obbligo entro 10 giorni, di segnalare alla Azienda sanitaria competente il nominativo del ragazzo affinchè si adempia all’obbligo vaccinale.
Due sono le iniezioni necessarie, con esavalente vengono somministrati i vaccini: 

  • anti-poliomelite;
  • anti-difterica;
  • anti-tetanica;
  • anti-epatite B;
  • anti-pertosse;
  • anti Haemophilus influenzae tipo B;

Con tetravalente invece :

  • anti-morbillo;
  • anti-rosolia;
  • anti-parotite;
  • anti-varicella.

Per queste ultime 4 è prevista una valutazione fra tre anni per l’eventuale eliminazione dell’obbligo.

Raccomandate, ma non obbligatorie sono l’anti- meningococcica B, l’anti-moningococcica C, anti-pneumococcica e l’anti-  Rotavirus anche queste gratuite. Per l’iscrizione ai nidi e alle scuole materne i certificati con le vaccinazioni effettuate o prenotate o eventuali esoneri vanno presentati entro il 10 settembre. Invece, per le scuole dell’obbligo entro il 31 ottobre, in quest’ultimo caso è ammessa anche l’autocertificazione, ma la certificazione del medico deve essere presentata entro il 10 marzo del 2018.
Le altre novità prevedono le sanzioni da 100 a 500 euro per i genitori e i tutori che non rispettano gli obblighi di legge.
Le sanzioni vengono irrogate dalle Aziende sanitarie.
E’ stata inoltre istituita una commissione, promossa dal ministero della Salute, che verificherà la copertura raggiunta.
L’Agenzia del farmaco è coinvolta sul fronte della farmacovigilanza: predisporrà una relazione annuale con i dati degli eventi avversi associabili alla vaccinazione, relazione che verrà trasmessa dal ministro al Parlamento. Il ministero della Salute avvierà una campagna straordinaria di sensibilizzazione per la popolazione sull’importanza delle vaccinazioni per la tutela della salute. Nell’ambito della campagna, i ministeri della Salute e dell’Istruzione promuovono, dall’anno scolastico 2017/2018, iniziative di formazione del personale docente ed educativo e di educazione delle alunne e degli alunni, delle studentesse e degli studenti sui temi della prevenzione sanitaria e in particolare delle vaccinazioni, anche con il coinvolgimento delle associazioni dei genitori e le associazioni delle professioni sanitarie.
Saltata, per assenza di coperture, l’obbligatorietà anche per operatori sanitari e scolastici, questi dovranno comunque presentare nei luoghi in cui prestano servizio una autocertificazione attestante la propria “situazione vaccinale”. “I vaccini hanno salvato negli ultimi 200 anni milioni e milioni di vite, sono sicuri, sono il farmaco più testato e più validato al mondo e sono l’arma numero uno che abbiamo per la nostra salute”, ha dichiarato il ministro della Salute Beatrice Lorenzin.

Nicoletta Mele
Nicoletta Mele
Laureata in scienze politiche. Dal 2001 iscritta all’ Ordine Nazionale dei Giornalisti. Ha collaborato con testate giornalistiche e uffici stampa. Dopo aver conseguito il master in “ Gestione e marketing di imprese in Tv digitale”, ha lavorato per 12 anni in Rai, occupandosi di programmi di servizio e intrattenimento. Dal 2017 è Direttore Responsabile di Health Online, periodico di informazione sulla sanità integrativa.
Cosmeceutica_728

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *