In Italia si celebra la salute della donna, una settimana di prevenzione

Una settimana da bollino rosa e all’insegna della prevenzione. In vista di venerdì 22 aprile, giorno in cui in Italia si celebra la Salute della Donna, Fondazione Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere, organizza la settima edizione dell’(H)-Open Week con la finalità di promuovere l’informazione, la prevenzione e la cura al femminile. Per questa settima edizione le strutture aderenti alla rete dei Bollini Rosa che hanno aderito all’iniziativa offriranno gratuitamente servizi clinici, diagnostici e informativi, in presenza e a distanza, in diverse aree specialistiche tra le quali: cardiologia, dermatologia, diabetologia, dietologia e nutrizione, endocrinologia e malattie del metabolismo, ginecologia e ostetricia, medicina della riproduzione, neurologia, oncologia ginecologica, oncologia medica, pneumologia, psichiatria, reumatologia, senologia, urologia, violenza sulla donna.

La settimana che accende i riflettori sulle patologie al femminile si concentra specificatamente sui tumori più frequenti nelle donne (qui invece una mappa dei tumori che colpiscono gli uomini). Si tratta del tumore della mammella, del colon-retto, prevenibile e diagnosticabile in fase precoce attraverso un adeguato programma di screening; tumore dell’utero e tumore della cervice uterina, determinato dall’infezione da tipi oncogeni di HPV. Tra gli altri sono anche presenti il tumore dell’ovaio, che si sviluppa dopo i 50 anni e raramente è diagnosticato precocemente, e del polmone, in costante aumento a causa della sempre maggiore abitudine al fumo.

Tutti i servizi offerti nella settimana dal 20 al 26 aprile sono consultabili sul sito www.bollinirosa.it con indicazioni su date, orari e modalità di prenotazione. È possibile selezionare la regione e la provincia di interesse per visualizzare l’elenco degli ospedali aderenti e consultare i servizi offerti. All’edizione 2021 hanno aderito 182 ospedali, che hanno erogato complessivamente 8 mila servizi, tra visite, esami strumentali, consulenze e incontri aperti ai cittadini in presenza e virtuali. Con questa settima edizione di Open week che gode del patrocinio di 18 società scientifiche, Fondazione Onda rinnova dunque il suo impegno nei confronti della salute della donna iniziato con l’istituzione della Giornata dedicata alla salute femminile. Quest’anno sono oltre 270 gli ospedali aderenti.
Secondo i dati del report “I numeri del cancro in Italia 2021” nel nostro Paese sono stimate circa 55.000 nuove diagnosi di carcinomi della mammella femminile nel 2020 e nel 2021 sono stimati 12.500 decessi. La sopravvivenza netta a 5 anni dalla diagnosi è dell’88%. In occasione della Giornata 2021, il Ministero della Salute, in collaborazione con l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata e l’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, ha promosso il progetto “In seno alla salute”. Si tratta di una campagna di comunicazione e informazione che promuove la cultura della prevenzione con lo scopo di conoscere le conseguenze che alcune patologie possono avere anche sulla salute riproduttiva. Al centro del progetto il tumore al seno, la patologia che, se non diagnosticata precocemente, può avere effetti irreversibili. Realizzato in sinergia con le Breast Unit dei due Policlinici universitari, il progetto “In seno alla salute”, fornisce anche uno strumento di conoscenza delle misure di prevenzione oncologica, offrendo la possibilità di effettuare un consulto medico telefonico gratuito alle donne che, avendo compilato il questionario anamnestico, siano individuate come “a maggior rischio”.

Alessandro Notarnicola
Alessandro Notarnicola
Mi occupo di giornalismo e critica cinematografica. Dopo la laurea in Lettere e Filosofia nel 2013, nel 2016 ho conseguito la Laurea Magistrale in "Editoria e Scrittura". Da qualche anno mi sono concentrato sull'attività della Santa Sede e sui principali eventi che coinvolgono la Chiesa cattolica in Italia e nel mondo intero.
Mutua Semplice_728

Comments are closed.