Il modello di Sanità Integrativa di Mutua MBA: mutualità, cooperazione, associazione, promozione e solidarietà

Lo spiega il Presidente Luciano Dragonetti  

“La Sanita’ Integrativa non e’ la sanita’ privata perche’ non riguarda le strutture private ma e’ un processo che va ad integrare il Sistema Sanitario Nazionale laddove e’ carente. La Sanita’ Integrativa non e’ ne volontaria ne obbligatoria, ma e’ necessaria in quanto viviamo in un sistema socio-assistenziale che arretra le proprie disponibilita’ e gli investimenti da destinare non garantendo cosi’ il diritto alla salute, come sancito dall’art.32 della Costituzione, a tutta la popolazione”. La risposta di Luciano Dragonetti presidente di Mutua Mba, societa’ di mutuo soccorso leader nel panorama della Sanita’ Integrativa, a chi gli ha chiesto “Che cos’e’ la Sanita’ Integrativa?” nel corso di un incontro svoltosi qualche giorno fa a Milano.

Il SSN e’ una grandissima risorsa che deve essere valorizzato con il sistema mutualistico in quanto lo rappresenta e lo sponsorizza. “La Sanita’ Integrativa – ha aggiunto Dragonetti – e’ un vero e proprio sistema alimentato da altri sistemi come quello mutualistico che prevede un approccio no profit, di cooperazione, di associazione, di promozione e di solidarieta’. Questo e’ il modello offerto da Mutua Mba Societa’ di Mutuo Soccorso che da 11 anni e’ impegnata nel promuovere le finalita’ mutualisitche attraverso una rete solida e innovativa di persone che hanno un forte valore di responsabilita’ nel sostenere e proporre questo sistema per la tutela della salute”.

Mutua Mba e’ un’ organizzazione no profit che sceglie di operare nel pieno rispetto del principio mutualistico offrendo ad ogni cittadino la possibilità di vivere l’attività associativa, senza alcuna discriminazione di età, sesso o attività lavorativa. Obiettivo principale e’ quello di perseguire il dettame costituzionale dell’art.32 della Costituzione che definisce la salute come “fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività”. Perseguendo questo obiettivo attraverso l’erogazione di sussudi volti a migliorare la qualità di vita degli associati e un miglior accesso alle cure e ai servizi, mutua Mba in pochi anni ha registrato un incremento esponenziale dei propri associati e ha rafforzato la sua presenza nel settore della sanità integrativa, diventando oggi la più grande Mutua in Italia. La societa’ di Mutuo soccorso Mba non si limita alla sola erogazione dei servizi ma li promuove attraverso la figura del promotore mutualistico. “E’ molto importante promuovere quello che si fa – ha spiegato il presidente Luciano Dragonetti –  dal 2013 la promozione e’ diventata legge consentendo cosi’ di far conoscere le finalita’mutualistiche alla collettivita’. Ogni socio ordinario puo’essere anche socio promotore con il compito di informare e promuovere la mutualità nel rispetto di un codice deontologico condiviso, grazie anche alle proprie specifiche competenze del settore, potendo contare su un percorso formativo costante”.

Secondo l’art.45 della Costituzione “la Repubblica riconosce la funzione sociale della cooperazione a carattere di mutualità e senza fini di speculazione privata” e il sistema proposto da mutua Mba promuove la cooperazione attraverso Coopsalute la centrale salute che, come ha detto Dragonetti “opera in funzione cooperativa in quanto rappresenta il cuore dell’organizzazione e il primo punto di contatto per gli assistiti e le organizzazioni del Network”.

Dal punto di vista associativo Mutua MBA è socio fondatore dell’Associazione Nazionale Sanità Integrativa (ANSI) – intervenuta a gennaio scorso nell’ambito dell’indagine conoscitiva in materia di fondi integrativi del Servizio Sanitario Nazionale della XII Commissione Affari Sociali della Camera dei Deputati – cui aderiscono primarie Società di Mutuo Soccorso e Casse di Assistenza e Fondi Sanitarioltre ad essere da anni promotrice, anche presso le Istituzioni, di nuovi modelli di gestione del welfare in ambito sanitario e socio-assistenziale.

Promuovere non solo le finalita’ mutualistiche ma anche la cultura del dono (Solidarieta’) perche’ “la salute e’ di tutti”. E’ in virtu’ di questo concetto che mutua Mba dimostra tutta la sua sensibilità sostenendo progetti a favore delle fasce sociali più deboli attraverso la Banca delle Visite, uno dei progetti di Fondazione Health Italia – ente no profit costituito per iniziativa di Health Italia S.p.a., della controllata Coopsalute e dalla Società di Mutuo Soccorso Mutua Mba – donando prestazioni sanitarie a chi non può permettersi una visita a pagamento o non può attendere le lunghe liste d’attesa del Sistema Sanitario Nazionale.“Ogni socio di Mutua Mba – ha concluso Dragonetti – puo’ versare un contributo delegando la societa’ di mutuo soccorso all’acquisto di visite specialistiche custodite all’interno della alla Banca delle visite che vengono erogate alle persone bisognose che ne fanno richiesta. E’ uno strumento che non privilegia i soci, ma consente un’apertura alla collettivita’”.

Il concetto di Sanita’ Integrativa inteso come un sistema ampio ma specifico di societa’, di imprese e di persone che vogliono sicurezza e rinnovare il Paese per garantire il diritto alla salute e’ racchiuso nel modello offerto da Mutua Mba.

Nicoletta Mele
Nicoletta Mele
Laureata in scienze politiche. Dal 2001 iscritta all’ Ordine Nazionale dei Giornalisti. Ha collaborato con testate giornalistiche e uffici stampa. Dopo aver conseguito il master in “ Gestione e marketing di imprese in Tv digitale”, ha lavorato per 12 anni in Rai, occupandosi di programmi di servizio e intrattenimento. Dal 2017 è Direttore Responsabile di Health Online, periodico di informazione sulla sanità integrativa.
Fondazione Health Italia_728

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *