Giornata Mondiale per la prevenzione della diffusione di HIV-AIDS. In Italia al via la campagna di sensibilizzazione “#Ti riguarda”

La Giornata Mondiale per la prevenzione della diffusione di HIV-AIDS si celebra in tutto il mondo il 1 dicembre.
E’ stata la prima giornata mondiale della salute ed è diventata nel tempo un importante ricorrenza dedicata alla sensibilizzazione e all’educazione sessuale, volta a prevenire la diffusione delle malattie sessualmente trasmissibili.
Nel 2017, sono state riportate, entro il 31 maggio 2018, 3.443 nuove diagnosi di infezione da HIV pari a 5.7 nuovi casi per 100.000 residenti. L’incidenza italiana è simile all’incidenza media osservata tra le Nazioni dell’Unione Europea (5.8 nuovi casi per 100.000).
Le nuove diagnosi di Aids sono in lieve decremento. Il numero di decessi in persone con Aids rimane stabile (fonte Ministero della Salute).
In occasione della Giornata Mondiale per la prevenzione della diffusione di HIV-AIDS e Mutua Mba, società di mutuo soccorso leader in Italia sul panorama della Sanità Integrativa, anche quest’anno, come negli scorsi,  vuole accendere i riflettori sulla prevenzione insistendo sulla sensibilizzazione perché il problema sta anche nella qualità dell’informazione.
Che cos’è’ l’HIV? Per molti questa sindrome da immunodeficienza, seppur scoperta da oltre 30 anni, è ancora sconosciuta e misteriosa. Questo è un altro elemento preoccupante evidenziato, qualche anno fa da un’indagine Swg commissionata dall’associazione di malati Nps Italia onlus, che ha coinvolto un campione di mille persone.
E’ emerso che solo il 50% delle persone ha saputo rispondere alla domanda su cosa sia la HIV. Tra i giovani tra 25 e 34 anni, potenzialmente i più interessati al contagio per via sessuale, solo il 57% ha risposto correttamente alla domanda su come si trasmetta il virus dell’HIV, il 37% considera il virus curabile, mentre le persone con più di 64 anni sono risultate più informate. Dopo la fase iniziale, detta infezione primaria o acuta, la malattia progredisce lentamente per molti anni, circa dieci in assenza di terapia antiretrovirale, dando origine a una malattia cronica progressiva.
Se non si ricorre a una terapia adeguata, l’esito è quasi certamente l’insorgenza di AIDS (Sindrome da immunodeficienza acquisita).

L’HIV si trasmette in 3 modi:
– attraverso rapporti sessuali non protetti dal preservativo (trasmissione sessuale);
– attraverso l’uso in comune di siringhe e materiali iniettivi (trasmissione ematica);
– dalla madre ai figli durante la gravidanza, il parto e l’allattamento al seno (trasmissione verticale).

Per quanto riguarda la trasmissione verticale, ossia l’infezione trasmessa da madre sieropositiva a figlio durante la gravidanza, il parto o l’allattamento al seno, in occasione della Giornata mondiale per la prevenzione della diffusione di HIV-AIDS, il Gruppo Abele, Associazione Onlus nata a Torino nel 1965 e fondata da don Luigi Ciotti, ha organizzato un confronto tra gli studenti di alcuni licei torinesi che hanno seguito un percorso scolastico sul tema, e gli esperti degli Ospedali S. Anna e Regina Margherita di Torino. Il Gruppo Abele ha incontrato l’HIV pediatrico nel 1990 con Martina, una bambina non riconosciuta alla nascita dai suoi genitori. Nel tempo, insieme ai medici e alle assistenti sociali degli Ospedali S. Anna e Regina Margherita, ha rilevato la necessità di sostenere le donne sieropositive durante la gravidanza, consci che le terapie fatte correttamente abbattono il rischio di infezione.
Per questo nel 2000, è nato Mamma+, un progetto di assistenza domiciliare per le donne sieropositive in gravidanza e nel primo anno di vita del bambino. Dal 2000 Mamma+ ha seguito 125 gravidanze.

#Ti riguarda” è lo slogan della campagna nazionale di Anlaids Onlus , patrocinata dal comune di Milano, ideato da Paolo Iabichino, che ha ricevuto il Premio Pirella Comunicatore dell’anno 2018, un messaggio che vuole scuotere gli animi della popolazione ricordando l’importanza di non sottovalutare i sintomi e i pericoli derivanti dalla sindrome da immunodeficienza.
“Grazie alla partecipazione sentita di tutti i personaggi che hanno aderito prestando il proprio volto a favore di una testimonianza coinvolgente e consapevole la campagna parlerà dai muri di Ancona, Bari, Bologna, Cagliari, Genova, Mantova, Milano, Napoli, Palermo, Perugia, Pescara, Roma, Torino e Treviso”. Le parole di spiega Bruno Marchini, Presidente nazionale Anlaids Onlus.
Il progetto prevede affissioni in 14 città italiane interpretate da vari artisti del mondo dello spettacolo, tra gli altri: Tiziano Ferro, Fabio Volo, Giorgio Panariello e il conduttore Rudy Zerbi.
La campagna, partita il 27 novembre 2018, proseguirà per oltre due settimane.
Il fotografo ufficiale, Daniele Barraco, ha realizzato anche un video con un montaggio degli intensi ritratti dei testimonial catturati dal suo obiettivo per il progetto.
La Durex “ambasciatore del sesso sicuro” scende in campo con il brand dei preservativi in edizione limitata (Durex)red, Red è un’associazione no profit fondata nel 2006 dal cantante Bono Vox e Bobby Shiver, una parte dei proventi sarà devoluta a favore di un progetto in Sudafrica, una nazione ancora con un alto tasso di contagio del HIV.
Diverse sono le iniziative messe in campo sul territorio italiano tra le quali quella dell’ambulatorio di malattie infettive dell’Asl 1 di Sanremo che il 1 dicembre effettuerà gratuitamente il test Hiv.
Firenze, Scandicci e Pistoia invece saranno sede della sesta edizione di European Testing Week, un’ iniziativa promossa da “Hiv in Europe”, network di enti governativi, operatori sanitari e realtà della società civile che giunge quest’anno alla sua sesta edizione e che rappresenta uno dei più importanti eventi su scala mondiale nella prevenzione dell’HIV/Aids.
Il tema della campagna di quest’anno è “Know Your Status” (Conosci il tuo stato) con l‘obiettivo di rendere consapevole del proprio stato sierologico tutta la popolazione mondiale e che vede nell’espansione dell’accesso al test uno strumento cruciale per porre fine all’Aids entro il 2030, così come prescritto dagli stessi obiettivi Onu per uno sviluppo sostenibile.

La Giornata Mondiale contro l’AIDS rappresenta un’importante occasione per promuovere prevenzione e assistenza ed informare l’opinione pubblica.

Nicoletta Mele
Nicoletta Mele
Laureata in scienze politiche. Dal 2001 iscritta all’ Ordine Nazionale dei Giornalisti. Ha collaborato con testate giornalistiche e uffici stampa. Dopo aver conseguito il master in “ Gestione e marketing di imprese in Tv digitale”, ha lavorato per 12 anni in Rai, occupandosi di programmi di servizio e intrattenimento. Dal 2017 è Direttore Responsabile di Health Online, periodico di informazione sulla sanità integrativa.
StemWay Biotech_728

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *