D-Day: riapertura di palestre, piscine e centri sportivi ma…non per tutti

Per un percorso di benessere a portata di clic, la App Health Up disponibile su Google Play e App Store

Il giorno tanto atteso per gli sportivi, e anche per coloro che si sono scoperti tali nel periodo di quarantena, è arrivato: oggi riaprono palestre, piscine e centri sportivi. In alcune Regioni, come Lombardia e Basilicata, gli sportivi dovranno ancora pazientare qualche altro giorno, in quanto la chiusura è prevista fino al 31 maggio.

 Quali sono le regole e le restrizioni sportive attuate per la Fase 2?

Per gli utenti:

Innanzitutto sono previsti controlli sul rilevamento della temperatura corporea, > 37,5 °C all’ingresso del centro sportivo. È una restrizione non obbligatoria, tuttavia i clienti dovranno firmare un’autocertificazione sulle proprie condizioni di salute (se hanno contratto il Covid, se hanno fatto la quarantena, ecc.) che sarò conservata dai gestori dei centri sportivi per 14 giorni.

Il distanziamento di sicurezza di almeno 1 metro deve essere tenuto all’interno delle sale, degli spogliatoi e delle docce. Negli spogliatoi si entrerà pochi alla volta e i vestiti devono essere riposti nelle borse lasciate negli armadietti. Distanziamento di almeno 2 metri durante lo svolgimento delle attività sportive senza l’obbligo della mascherina.

Per quanto riguarda la piscina, la superficie a disposizione di ognuno arriverà a 7 metri quadrati, mentre dovrà esserci almeno 1 metro e mezzo fra sdraio e lettini delle persone, se non sono conviventi.

Gli istruttori di nuoto dovranno avere la mascherina, anche se non a stretto contatto con gli utenti.

 

Qual è la nuova veste delle strutture?

Ogni struttura dovrà dotarsi “di dispenser con soluzioni idroalcoliche per l’igiene delle mani dei frequentatori/clienti/ospiti in punti ben visibili, prevedendo l’obbligo dell’igiene delle mani all’ingresso e in uscita”.

Inoltre, “gli attrezzi e le macchine che non possono essere disinfettati non devono essere usati”. È necessario “garantire la frequente pulizia e disinfezione dell’ambiente, di attrezzi e macchine (anche più volte al giorno), e comunque la disinfezione di spogliatoi (compresi armadietti) a fine giornata”.

Alle piscine sono richieste analisi chimiche, oltre alle batteriologiche e per tutti vale l’obbligo di disinfezione degli attrezzi (da quelli in sala pesi ai galleggianti in acqua) a ogni uso o a fine giornata se presi solo da un cliente.

A fronte di queste regole e restrizioni e in attesa anche di abituarsi ad una nuova vita da sportivi, chi vuole continuare a tenersi in forma mantenendo uno stato di vita sano a 360 gradi, può farlo con Health Up, la app di Health Italia, società leader nel panorama dell’Healthcare, disponibile su App Store e Google Play.

 

È uno strumento utile, intuitivo e facile da utilizzare, dove trovare consigli informazioni e tanti prodotti che aiuteranno gli utenti a sviluppare delle abitudini quotidiane sane e a fare scelte alimentari corrette. E non solo. Grazie all’applicazione ogni giorno si accumulano Care Units e Golden Points. Di cosa si tratta? Per scoprirlo e per conoscere le ultime novità di questo innovativo strumento a portata di clic volto ad un percorso di benessere e prevenzione, dobbiamo (anche noi) aspettare qualche giorno: l’uscita del numero di Health Online!

Nicoletta Mele
Nicoletta Mele
Laureata in scienze politiche. Dal 2001 iscritta all’ Ordine Nazionale dei Giornalisti. Ha collaborato con testate giornalistiche e uffici stampa. Dopo aver conseguito il master in “ Gestione e marketing di imprese in Tv digitale”, ha lavorato per 12 anni in Rai, occupandosi di programmi di servizio e intrattenimento. Dal 2017 è Direttore Responsabile di Health Online, periodico di informazione sulla sanità integrativa.
Health Italia_728

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *