Coronavirus: maggiori controlli in aeroporti e porti e accordo con Twitter per bloccare fake news

In Cina il numero delle persone contagiate dal nuovo Coronavirus, l’infezione responsabile dell’epidemia di polmonite che ha avuto origine nella città di Wuhan, nella provincia di Hubei, è salito a oltre 24.000 e altri milioni di persone hanno ricevuto l’ordine di chiudersi in casa.

Per fermare la diffusione del nuovo virus che si sta diffondendo anche al di fuori dei confini asiatici, oggi il mondo ha una “finestra di opportunità”.

A sostenerlo gli esperti dell’OMS. L’OMS ha affermato che le misure drastiche adottate dalla Cina hanno offerto la possibilità di interrompere la trasmissione. “Mentre il 99% dei casi si trova in Cina, nel resto del mondo abbiamo solo 176 casi”, ha dichiarato il capo dell’OMS Tedros Adhanom Ghebreyesus. “Ciò non significa che non peggiorerà. Ma di sicuro abbiamo una finestra di opportunità per agire”, ha detto.

ITALIA

E’ stato deciso ieri, dopo una riunione tra gli esperti che compongono la task force Coronavirus 2019-nCoV e la Protezione Civile, alla presenza del Ministro della Salute Roberto Speranza, di rafforzare i controlli e il personale medico e sanitario in tutti gli aeroporti e porti.

A Roma Fiumicino – si legge nella nota – si stanno attivando corridoi sanitari e scanner termici su tutti gli arrivi.

Il Ministero della Salute ha messo a disposizione della collettività, attraverso il sito istituzionale, un opuscolo con consigli ai viaggiatori di ritorno da aree a rischio della Cina.

Se nelle due settimane successive al ritorno in Italia si dovessero presentare sintomi respiratori (febbre, tosse secca, mal di gola, difficoltà respiratorie), a scopo precauzionale:

  • Contattare il numero telefonico gratuito 1500 del Ministero della Salute
  • Indossare una maschera chirurgica se si è in contatto con altre persone
  • Utilizzare fazzoletti usa e getta
  • Lavarsi le mani regolarmente

Essere costantemente informati sull’epidemia del nuovo Coronavirus è importante, ma attenzione alle fonti da cui provengono le notizie.

Uno strumento veloce e di facile accesso per reperire informazioni sulla situazione che riguarda il nuovo Coronavirus è la rete e quindi i social network. Purtroppo si stanno verificando delle fake news che portano come conseguenza allarmismi nella popolazione. Proprio per contrastare questo fenomeno, il ministro della Salute Roberto Speranza ha sottoscritto un accordo con Twitter, che metterà in evidenza nelle ricerche il link ufficiale del Ministero.

“Un’attenzione particolare, in questa fase, va riservata alla gestione della corretta comunicazione e al contrasto alle false notizie. Sono felice dell’accordo fatto con Twitter. Un aiuto in più contro un pericoloso virus… le fake news”. Il commento del ministro Speranza, Per rafforzare ancora di più la lotta alle fake news, il Ministero della Salute sta dialogando anche con Google che ha adottato, a livello globale, una iniziativa analoga con WHO.

Nicoletta Mele
Nicoletta Mele
Laureata in scienze politiche. Dal 2001 iscritta all’ Ordine Nazionale dei Giornalisti. Ha collaborato con testate giornalistiche e uffici stampa. Dopo aver conseguito il master in “ Gestione e marketing di imprese in Tv digitale”, ha lavorato per 12 anni in Rai, occupandosi di programmi di servizio e intrattenimento. Dal 2017 è Direttore Responsabile di Health Online, periodico di informazione sulla sanità integrativa.
Health Point Shop_728

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *