Gli interventi efficaci nella cura del Disturbo dello Spettro Autistico

Giuseppe Iannone

Psicologo clinico e neuropsicologo, ha conseguito la Laurea in Neuroscienze Cliniche e Cognitive con specializzazione in Psicopatologia presso l’Università di Maastricht (Paesi Bassi). È iscritto all'Albo dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia ed è sono autore di diverse pubblicazioni scientifiche. Possiede una seconda laurea in Pedagogia della Lingua e Cultura Italiana, conseguita a pieni voti presso l’Università per Stranieri di Siena e si occupa di consulenza linguistica e culturale in diverse aziende. Infine, è istruttore di tecniche di respirazione, di rilassamento, di training autogeno, di massaggio russo e di autodifesa presso la A.S.D. Systema Milano.

Latest posts by Giuseppe Iannone (see all)

Il disturbo dello spettro autistico è caratterizzato da difficoltà nella comunicazione sociale e da schemi di comportamento, interessi e attività limitati e ripetitivi.

Il Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali, 5 ° ed., ha creato una diagnosi ombrello che comprende diverse condizioni precedentemente separate: disturbo autistico, sindrome di Asperger, disturbo disintegrativo dell’infanzia e disturbo pervasivo dello sviluppo non altrimenti specificato.

I farmaci possono essere usati come terapia aggiuntiva per i comportamenti disadattivi e le condizioni psichiatriche in comorbilità, ma non esiste una singola terapia medica che sia efficace per tutti i sintomi del disturbo dello spettro autistico. La prognosi poi è fortemente influenzata dalla gravità della diagnosi e dalla presenza di disabilità intellettiva. Nel 2014, una revisione sistematica dell’Agenzia Americana per la Ricerca e la Qualità dell´Assistenza Sanitaria ha indicato che un intervento comportamentale intensivo precoce e prolungato nel tempo, basato sull’analisi del comportamento,  può migliorare le capacità cognitive, il linguaggio e le capacità adattive nei bambini autistici.

L’intervento comportamentale intensivo precoce è una terapia comportamentale immersiva di almeno 25 ore settimanali che mira ad insegnare nuove abilità, rinforzando i comportamenti desiderabili, incoraggiando la generalizzazione di queste abilità e riducendo i comportamenti indesiderati. La melatonina invece aiuta a gestire i disturbi del sonno, migliorerebbe il comportamento durante il giorno e ha effetti avversi minimi nei bambini con disturbo dello spettro autistico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *