Natale, chili in eccesso e sensi di colpa

Nel precedente articolo  “Fame emotiva e fame fisiologica”abbiamo visto come alcune persone usino il cibo per diminuire emozioni negative come l’ansia, la tristezza, la rabbia, per gestire lo stress, la solitudine o la noia. Ma si mangia anche per prolungare emozioni positive. Pensiamo appunto al Natale, momento dell´anno in cui tante famiglie si ritrovano davanti Leggi di piùNatale, chili in eccesso e sensi di colpa[…]

Il rapporto tra cibo e religione

Il modo di mangiare e ciò che si mangia, rivestono una grande importanza anche per il benessere. Il rapporto che le persone instaurano con gli alimenti è complesso e legato a fattori differenti. In primo luogo, risulta essere un fatto culturale poiché il modo di pensare il cibo è mediato culturalmente dall’ambiente e dalla società Leggi di piùIl rapporto tra cibo e religione[…]

Ricerca: il cibo non si dimentica, studio sui malati di Alzheimer

Secondo una ricerca effettuata dalla Sissa di Trieste, il cibo non si dimentica: il ricordo degli alimenti resiste anche a patologie neurodegenerative, più sono calorici e più è difficile dimenticarli. Secondo uno studio realizzato dalla Scuola internazionale superiore di studi avanzati (Sissa) di Trieste, pubblicato su un numero speciale di ‘Brain and Cognition’ dedicato alle neuroscienze Leggi di piùRicerca: il cibo non si dimentica, studio sui malati di Alzheimer[…]

Cibo e tumori: al Sant’Orsola-Malpighi lo chef stellato Pietro Leemann

SALUTE E PREVENZIONE: CIBO SANO CONTRO I TUMORI. AL POLICLINICO SANT’ORSOLA-MALPIGHI DI BOLOGNA UN OSPITE DI ECCEZIONE, LO CHEF STELLATO PIETRO LEEMANN “Tumori, nutrizione e dintorni” questo è il titolo del convegno che si è svolto il 17 ottobre presso il Policlinico Sant’Orsola-Malpighi, organizzato dalla struttura di Oncologia ginecologica diretta dal dottor Pierandrea De Iaco, Leggi di piùCibo e tumori: al Sant’Orsola-Malpighi lo chef stellato Pietro Leemann[…]