Mi leggi una storia?

Giuseppe Iannone

Psicologo clinico e neuropsicologo, ha conseguito la Laurea in Neuroscienze Cliniche e Cognitive con specializzazione in Psicopatologia presso l’Università di Maastricht (Paesi Bassi). È iscritto all'Albo dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia ed è sono autore di diverse pubblicazioni scientifiche. Possiede una seconda laurea in Pedagogia della Lingua e Cultura Italiana, conseguita a pieni voti presso l’Università per Stranieri di Siena e si occupa di consulenza linguistica e culturale in diverse aziende. Infine, è istruttore di tecniche di respirazione, di rilassamento, di training autogeno, di massaggio russo e di autodifesa presso la A.S.D. Systema Milano.

Leggere con i tuoi bambini in età prescolare può aumentare il loro sviluppo linguistico. Secondo uno studio le abilità linguistiche migliorano quando un bambino legge insieme a un adulto.

Leggere regolarmente con bambini piccoli da loro un vantaggio linguistico di otto mesi, dimostra uno studio guidato da James Law, professore di scienze del linguaggio e della lingua presso la Scuola di Educazione, comunicazione e scienze della lingua dell’Università di Newcastle. Gli esperti hanno effettuato una revisione sistematica degli studi che hanno trattato l´argomento e hanno riscontrato che quando i bambini in età prescolare leggono con un caregiver adulto migliora non solo il linguaggio ricettivo (comprensione), ma anche la capacità espressiva e le abilità pre-lettura.

Il professor Law ha dichiarato: “Mentre sapevamo già che leggere con i bambini piccoli è vantaggioso per il loro sviluppo e per le successive prestazioni accademiche, il vantaggio di otto mesi che questa revisione ha identificato è stato sorprendente. Otto mesi sono una grande differenza nelle competenze linguistiche in bambini sotto i cinque anni.

La revisione, che ha esaminato studi di Stati Uniti, Sudafrica, Canada, Israele e Cina ha importanti ricadute sul piano clinico: i bambini con uno sviluppo ritardato del linguaggio, infatti, peggiorano a scuola e hanno esiti peggiori più avanti nella vita. Per questo motivo gli esperti ora chiedono che le autorità sanitarie pubbliche promuovano la lettura nei bambini insieme ai genitori. “Ci sono state molte iniziative nel corso degli anni per portare i libri nelle case dei bambini piccoli”, ha affermato il professor Law. “Quello che stiamo dicendo è che non è abbastanza. Leggere con i bambini piccoli ha un effetto potente in quanto questo semplice atto ha il potenziale per fare davvero la differenza”.

Buona lettura a tutti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *