Estate e salute, i consigli per affrontare il caldo

Vogliamo divulgare alcune utili indicazioni per affrontare il caldo e l’estate nel modo migliore.

Il caldo torrido che sta interessando il nostro Pese in questo periodo tiene alta l’attenzione per salvaguardare la salute soprattutto dei bambini e degli anziani.
Mutua Mba ha così pensato di divulgare alcune utili indicazioni del gruppo di lavoro Nutrizione del Dipartimento Prevenzione della AUSL Toscana Centro, per affrontare meglio la criticità del momento.
In estate, a causa della sudorazione e della vasodilatazione, si registra una maggiore perdita di liquidi e, dunque, si rende necessario reintegrarli attraverso una maggiore introduzione di acqua anche fino ad un litro e mezzo-due litri, oltre che attraverso un aumento dell’assunzione di verdure, ortaggi e frutta fresca ricchi di acqua, vitamine, sali minerali e fibre. Si ricorda di prediligere sempre la frutta fresca e verdura di stagione, dove possibile di filiera corta e a Km 0, in modo da garantire un maggior quantitativo di nutrienti.
In alcune fasi della vita come età infantile, anzianità, e gravidanza, la sensazione di sete potrebbe non essere presente o essere diminuita: si raccomanda, quindi, di cercare di bere ugualmente e di raggiungere il quantitativo richiesto anche attraverso l’assunzione di tisane, minestre, o succhi e frullati di frutta e verdura fatti in casa.

Fare anche attenzione alla temperatura delle bevande che non deve essere troppo fredda; va quindi lasciata qualche minuto fuori dal frigo, in quanto la eccessiva differenza tra la temperatura corporea raggiunta e quella delle bevande che si introducono potrebbe dare origine a congestioni.
Sarebbe consigliabile, per non appesantire l’organismo e mantenere il giusto equilibrio nell’arco della giornata, effettuare pasti piccoli e frequenti: anche 5-6 pasti, gli spuntini possono essere scelti tra latte vaccino, bevande a base di riso o avena, yogurt e frutta fresca. Quest’ultima in estate è consigliata anche in virtù dei fitonutrienti presenti che permettono, per l’azione antiossidante, di proteggere l’organismo dai radicali liberi prodotti da una non corretta esposizione al sole.
Riguardo i pasti principali sono da prediligere pasti leggeri con pochi grassi in quanto in estate vi è minore dispendio energetico . E’ possibile iniziare con un piatto di verdure miste che danno sazietà e assicurano un buon introito di nutrienti; successivamente possono essere assunti cereali (meglio se integrali) come pasta, riso, farro, grano saraceno o altro, sempre con sughi non troppo elaborati come al pomodoro o alle verdure e olio extravergine di oliva, oppure cibi quali fonte di proteine magre sia di origine animale che vegetali come carne, pesce, uova o latticini o legumi o quinoa, amaranto etc .
Qual è il metodo di cottura consigliato? Sicuramente meglio prediligere  quello alla piastra, al cartoccio o a vapore, evitando, per quanto possibile fritti e soffritti.
Possono essere consumati anche piatti unici dove possiamo inserire una porzione di ogni gruppo alimentare, ad esempio: verdura con uova o legumi e una manciata di semi. I semi di vario tipo ( sesamo o lino o chia etc.) sono anch’essi ricchi di sali minerali (calcio, ferro, magnesio, potassio…) oltre che di fibre e poveri in sodio, e costituiscono una buona integrazione degli stessi se assunti giornalmente.
In estate i dolci possono essere sostituiti con macedonie , sorbetti o al massimo saltuariamente con gelati artigianali alla frutta che possono essere alternati alle merende.
Un occhio attento alla conservazione degli alimenti che, con le alte temperature, tendono a degradarsi più rapidamente aprendo la porta a possibili tossinfezioni alimentari. Una volta preparati i piatti, questi dovranno, una volta raggiunta la temperatura ambiente, essere posti in frigorifero e qui lasciati fino al loro successivo utilizzo (1-2 giorni).
Si consiglia, inoltre, di ridurre al massimo l’assunzione di bevande alcoliche che, specie in estate, causando vasodilatazione , determinano un’ulteriore dispersione dei liquidi corporei oltre che apportare calorie non necessarie.
Per migliorare la circolazione sanguigna ed evitare perciò stasi agli arti inferiori con conseguenti gonfiori dovuti al caldo è consigliabile fare tutti i giorni almeno 30-40 minuti di camminata o nuoto o altra attività gradita, nei momenti più freschi della giornata.
E con questi consigli, Mutua Mba augura a tutti di trascorrere una buona estate.

Nicoletta Mele
Nicoletta Mele
Laureata in scienze politiche. Dal 2001 iscritta all’ Ordine Nazionale dei Giornalisti. Ha collaborato con testate giornalistiche e uffici stampa. Dopo aver conseguito il master in “ Gestione e marketing di imprese in Tv digitale”, ha lavorato per 12 anni in Rai, occupandosi di programmi di servizio e intrattenimento. Dal 2017 è Direttore Responsabile di Health Online, periodico di informazione sulla sanità integrativa.
Fondazione Health Italia_728

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *