Regali di Natale: cresce il settore del benessere e le Asl che donano “screening”

group of famale friends in spa have fun, celebrate bachelorette party

Non ci sono grandi aspettative per le vendite commerciali di queste festività.

Una rassegnazione che arriva direttamente dalle associazioni di commercianti che se da una parte confidano nel commercio alimentare, dall’altro non ripongono le proprie speranze nell’abbigliamento, nell’oggettistica e negli elettrodomestici. Un segno + invece caratterizza le vendite di pacchetti salute che hanno a che fare con trattamenti terapeutici termali o con veri e propri buoni per la cura del corpo, da massaggi alla pulizia dei denti. Un trend in salita che in parte è anche condiviso da alcune Asl italiane che nel corso del periodo natalizio hanno organizzato eventi di promozione per la salute e di prevenzione. Crescono a tal proposito le società del settore farmaceutica e cosmesi che negli ultimi quattro anni, hanno visto lievitare il loro fatturato del 25,3%, e nel 2018, per la prima volta, saranno più di 100 le aziende italiane con fatturato superiore ai 50 milioni di euro e i 50 miliardi di euro come fatturato aggregato. È quanto emerge dalla seconda edizione dell’analisi dei bilanci 2014-2017 delle Società del settore, realizzato dal Centro Studi CoMar. In particolare nel 2017 il fatturato complessivo è stato di 49,7 miliardi di euro (+ 5%) rispetto al 2016; il margine operativo netto è stato di 4,6 miliardi di euro (-1,9%); gli addetti sono cresciuti dai 92.099 del 2014 ai 110.492 di fine 2017 (+6,7%), in aumento di 18.393 unità nei quattro anni; il fatturato per dipendente è stato di circa 450mila euro nel 2017, in aumento rispetto ai 447mila del 2016 e ai 430mila del 2014; i debiti finanziari, tra il 2016 e il 2017, si sono incrementati del 14,3% a 8,8 miliardi di euro.

Se da una parte il commercio va a braccetto con il settore del benessere, dall’altro sono diversi gli appuntamenti sanitari fissati dalle Asl locali. Particolare successo, ad esempio, ha riscosso l’evento di prevenzione organizzato domenica 16 dicembre dalla Direzione aziendale della Asl di Rieti ‘A Natale, la Salute il regalo più bello’. Con la partecipazione di centinaia di utenti e decine di medici e infermieri, l’intera giornata è stata un’occasione per approfondire l’informazione delle cure sanitarie. Tanti gli screening eseguiti gratuitamente e senza alcuna prenotazione dal personale sanitario della Cardiologia, Pneumologia e Dietologia e Nutrizione. Circa 112 i cittadini che si sono sottoposti al test della funzionalità respiratoria (spirometria) e 100 quelli che hanno deciso di aderire all’esame del peso ed altezza con calcolo BMI (indice di massa corporea). Importante la presenza di una postazione per la prenotazione degli screening oncologici.

Raccolte 35 adesioni al pap-test, l’esame citologico in grado di individuare in modo rapido e precoce la presenza di alterazioni nelle cellule della cervice uterina, 56 le adesioni per lo screening del tumore del colon retto che permette di individuare la presenza di polipi ed eliminarli prima che acquistino caratteristiche pericolose e 35 le prenotazioni per effettuare la mammografia, importante strumento diagnostico per identificare tumori e cisti: mentre sono stati 19 i cittadini che si sono rivolti al servizio di Ostetricia e Ginecologia per la prenotazione dei trattamenti di riabilitazione del pavimento pelvico per la gestione dell’incontinenza urinaria. “Siamo molto contenti per il risultato ottenuto”, ha fatto sapere il direttore generale Marinella D’Innocenzo spiegando che la straordinaria adesione dei cittadini ha reso la struttura soddisfatta. L’evento, nato dalla volontà di scendere in piazza, seppur una piazza di un grande centro commerciale nel periodo natalizio, ha centrato l’obiettivo prefissato, quello di promuovere, nell’ambito della Medicina di Genere, il valore della prevenzione e della adozione di corretti stili di vita, attraverso un rapporto meno formale ma più stretto e sempre più forte tra medici ed infermieri dell’Azienda e i cittadini. Un’iniziativa replicata in altre Asl italiane e che sarà rinnovata anche nelle prossime settimane. ocked0 List T

Alessandro Notarnicola
Alessandro Notarnicola
Mi occupo di giornalismo e critica cinematografica. Dopo la laurea in Lettere e Filosofia nel 2013, nel 2016 ho conseguito la Laurea Magistrale in "Editoria e Scrittura". Da qualche anno mi sono concentrato sull'attività della Santa Sede e sui principali eventi che coinvolgono la Chiesa cattolica in Italia e nel mondo intero.
BeLive_728

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *