In Italia aumentano le diagnosi di tumore, l’importanza delle prevenzione e dei check up

Nicoletta Mele

Nicoletta Mele

Laureata in scienze politiche. Dal 2001 iscritta all’ Ordine Nazionale dei Giornalisti. Ha collaborato con testate giornalistiche e uffici stampa. Dopo aver conseguito il master in “ Gestione e marketing di imprese in Tv digitale”, ha lavorato per 12 anni in Rai, occupandosi di programmi di servizio e intrattenimento. Dal 2017 è Direttore Responsabile di Health Online, periodico di informazione sulla sanità integrativa.
Nicoletta Mele

Dragonetti “Curare la salute costa molto meno che curare le malattie. Il mio consiglio è quello di effettuare check-up preventivi”.

Seguire uno stile di vita sano e sottoporsi a regolari controlli medici sono le armi che abbiamo a disposizione per combattere le neoplasie.

Secondo gli ultimi dati, in Italia vengono diagnosticati 1000 tumori al giorno. Un numero che sembra essere in crescita, ma che potrebbe essere frenato seguendo delle semplici buone abitudini e sottoponendosi a dei regolari check-up preventivi, come quelli proposti da Mutua Mba, società di mutuo soccorso, leader nel panorama della Sanità Integrativa che fa della prevenzione uno dei pilastri sui quali fonda la sua attività mutualistica.

Modificare il nostro stile di vita, correggendo alcune brutte abitudini, significa anche prevenzione oncologica con una diminuzione del rischio di oltre 1/3. Secondo un recente studio inglese, molte diagnosi di tumore sono correlate anche all’insorgere di altre patologie: il 5,6% delle diagnosi oncologiche sono riconducibili a diabete, sovrappeso e obesità. Esercizio fisico, non fumare, una giusta alimentazione sono le regole della prevenzione primaria.

L’esercizio fisico, ha spiegato l’oncologo Massimo Bonucci, presidente dell’Associazione Ricerca Terapie Oncologiche Integrate (Artoi), “migliora la circolazione del sangue e l’ossigenazione, e questo ha un effetto antinfiammatorio a livello cellulare. L’infiammazione infatti è uno stimolo alla proliferazione delle cellule neoplastiche. Meno ce n’è e più i linfociti T riescono a individuare e colpire le cellule tumorali”.

Quanto al fumo, aumenta il rischio di diversi tipi di tumore, non solo al polmone, perché contiene sostanze cancerogene dovute alla combustione, come spiegato da Mutua Mba in in recente articolo pubblicato in occasione della Giornata Mondiale senza tabacco celebrata lo scorso 31 maggio.

Secondo gli esperti, anche le due o tre sigarette al giorno andrebbero eliminate perché hanno un effetto cumulativo.

Attenzione quindi nel seguire le regole di prevenzione primaria e a queste aggiungete la buona abitudine di sottoporsi a dei regolari controlli medici, grazie anche ai sussidi offerti da società di mutuo soccorso come Mutua Mba. “Oggi l’assistenza sanitaria integrativa mutualistica – ha spiegato Luciano Dragonetti consigliere di amministrazione e Vice presidente di ANSI (Associazione Nazionale di Sanità Integrativa e Welfare) – è fondamentale, perché consente la possibilità di mettersi al riparo da eventi che possano pregiudicare la nostra salute ed avere quindi una triplice opportunità. Innanzitutto, utilizzare strutture sanitarie private ed azzerare i tempi di attesa, poi utilizzare il Servizio Sanitario Nazionale ed essere indennizzati economicamente dalla mutua ed infine avere un’assistenza h24 per ogni evenienza”.

Luciano Dragonetti Mutua Mba

La prevenzione è fondamentale sia dal punto di vista del benessere psicofisico che economico, come ha ricordato Luciano Dragonetti. “Curare la Salute costa molto meno che curare le malattie. Il mio consiglio è quello di effettuare check-up preventivi”.

I sussidi proposti da Mutua Mba sono pensati per migliorare la qualità della vita degli aderenti garantendo un miglior accesso alle cure e ai servizi ponendo sempre la massima attenzione all’innovazione alla luce dei progressi della ricerca medica e scientifica. Per tale ragione Mutua Mba crede fortemente nella prevenzione e, già da anni, ne valorizza l’importanza sociale come unico strumento per poter garantire un miglior benessere, non solo economico, della collettività.

Dott. Dragonetti, può spiegare quali sono i check up preventivi offerti dalla mutua?

“Mutua MBA dal 2010 ha previsto all’interno dei propri piani sanitari dei sistemi di autodiagnosi per controllare il colesterolo, l’anemia, la tiroide introducendo un nuovo sistema accessibile responsabilizzando l’assistito. A questi sistemi Mutua MBA ha affiancato delle indagini settoriali sia per il cardiovascolare che per  l’area oncologica ma anche pneumologia e dermatologia sono aspetti che vanno tenuti sotto controllo. Mutua MBA sta diffondendo il “Test del Cammino”, uno screening dell’area pneumologica da abbinare alla spirometria. Siamo abituati infatti a misurare la nostra pressione arteriosa a riposo o a fare un Ecg sotto sforzo quando dobbiamo fare attività fisica, ma non monitoriamo mai come si comportano cuore e polmoni durante l’attività più naturale: Camminare”.

 

Perché aderire ad una società di mutuo soccorso?

Io consiglio l’adesione ad una società di Mutuo Soccorso perché è un ente no profit, i contributi sono detraibili dalle imposte, l’assistenza dura tutta la vita e non vi è alcuna selezione all’ingresso. Sono milioni le persone che hanno rinunciato alle cure sanitarie di fronte ai tempi di attesa infiniti ed all’impossibilità di pagare la prestazione privata. Aderire a Mutua MBA è semplice ed economico: a partire da 1€ al giorno si può contribuire al miglioramento della propria qualità di vita”.

“In pochi anni – ha concluso Dragonetti – Mutua Mba ha registrato un incremento esponenziale dei propri associati e ha rafforzato la sua presenza nel settore della sanità integrativa, diventando oggi la più grande mutua in Italia. Rcordiamo anche che mutua Mba è socio fondatore dell’Associazione Nazionale Sanità Integrativa e Welfare (ANSI) cui aderiscono primarie società di mutuo soccorso e casse i assistenza e fondi Sanitari”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *