Impara a conoscere la tua pressione arteriosa

Piu’ del 30% della popolazione italiana adulta soffre di ipertensione arteriosa. A rilevarlo gli ultimi dati della Società Italiana dell’Ipertensione Arteriosa (SIIA), la società scientifica che raccoglie gli specialisti impegnati in questo settore.
Venerdi’ 17 maggio si celebra la XV Giornata Mondiale contro l’Ipertensione Arteriosa promossa dalla World Hypertension League e in Italia sostenuta dalla Società Italiana dell’Ipertensione Arteriosa (SIIA). Lo Slogan dela Campagna Mondiale di Sensibilizzazione per la Lotta all’Ipertensione Arteriosa e’ Impara a conoscere la tua pressione artersiosa: in diversi ambulatori o centri per la cura dell’ipertensione arteriosa sarà possibile, nelle giornate e negli orari indicati nel sito web della SIIA, misurare la pressione gratuitamente e senza impegnativa del medico curante. Il personale specializzato sarà a disposizione per distribuire il materiale informativo e fornire indicazioni.
L’ipertensione arteriosa è una condizione patologica, molto diffusa nella popolazione adulta, contraddistinta da un’eccessiva pressione sanguigna arteriosa (comunemente indicata come pressione alta). E’ ai primi posti nel mondo come causa di morte, di disabilita’ e malattie cardiovascolari. Per pressione alta si intende quando durante la visita medica la pressione massima e’ uguale a, o supera i 140mmHg o la minima i 90 mmHg, questa potrebbe essere ipertensione artersiosa che causa le seguenti malattie: infarto cardiaco, scompenso cardiocircolatorio, fibrillazione atriale, ictus cerebrale, insufficienza renale, sfiancamento/rottura dell’aorta, occlusione delle arterie degli arti inferiori e deficit cognitivo e demenza su base vascolare.
I fattori di rischio sono legati alla familarieta’, ad un eccessivo consumo di sale – l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) raccomanda una assunzione quotidiana non superiore ai due grammi di sodio (un cucchiaino da te’), al sovrappeso o obesita’, all’uso di farmaci che possono aumentare la pressione e alla sedenterieta’. La cura dell’ipertensione e’ basata prima di tutto su un corretto stile di vita, i soggetti a rischio devono cosultare il medico che prescrivera’ una terapia farmacologica da seguire regolarmente. Per non correre serie rischi per la salute, oltre a evitare cibi ricchi di grassi animali e colesterolo, non fumare, limitare il consumo di sale e di caffe’ e’ molto importante tenere monitorizzata la pressione arteriosa.
Che cos’e’ la pressione artersiosa? Come si misura? Che vuol dire pressione massima e minima?
La pressione artersiosa e’ la forza esercitata dal sangue circolante sulle pareti arteriose a seguito della spinta data dal cuore. La pressione “massima” o sistolica corrisponde al momento della contrazione cardiaca, mentre la pressione “minima” o diastolica corrisponde al momento di riposo del cuore. Per essere certi di misurare bene la pressione e’ bene seguire alcuni utili accorgimenti della Società Italiana dell’Ipertensione Arteriosa: riposarsi per almeno 5 minuti, non aver effettuato prima attivita’ fisica, mangiato e bevuto caffe’ e alcol, stare seduti con la schiena appogiata e il braccio su un tavolo all’altezza del cuore, non parlare e non muoversi, utilizzare un bracciale di dimensioni adeguate al proprio braccio.

Nicoletta Mele
Nicoletta Mele
Laureata in scienze politiche. Dal 2001 iscritta all’ Ordine Nazionale dei Giornalisti. Ha collaborato con testate giornalistiche e uffici stampa. Dopo aver conseguito il master in “ Gestione e marketing di imprese in Tv digitale”, ha lavorato per 12 anni in Rai, occupandosi di programmi di servizio e intrattenimento. Dal 2017 è Direttore Responsabile di Health Online, periodico di informazione sulla sanità integrativa.
BeLive_728

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *