Fibromialgia, la malattia invisibile che devasta le donne

Nicoletta Mele

Nicoletta Mele

Laureata in scienze politiche. Dal 2001 iscritta all’ Ordine Nazionale dei Giornalisti. Ha collaborato con testate giornalistiche e uffici stampa. Dopo aver conseguito il master in “ Gestione e marketing di imprese in Tv digitale”, ha lavorato per 12 anni in Rai, occupandosi di programmi di servizio e intrattenimento. Dal 2017 è Direttore Responsabile di Health Online, periodico di informazione sulla sanità integrativa.
Nicoletta Mele

“Sono devastata dai dolori”. Con questa frase la 31enne pop star internazionale Lady Gaga ha annunciato l’interruzione delle sue ultime 10 tappe del tour europeo. La notizia ha fatto il giro del web ed in molti si sono chiesti quale fossero le cause dei suoi malesseri tanto da dire stop alle esibizioni.

Dolori muscolari, affaticamento fisico, problemi cognitivi e di memoria, reflusso gastroesofageo, colon irritabile, insonnia o sono non riposante, ansia, depressione e attacchi di panico. Sono questi i sintomi fisici e psichici  – che non compaiono nelle analisi di laboratorio –  della fibromialgia, una malattia, tra quelle reumatiche, difficile da diagnosticare e che colpisce principalmente le donne. In Italia sono circa 2 milioni le persone colpite da fibromialgia e di queste il 90% sono donne.

La difficoltà nella diagnosi sta, secondo gli esperti, nella numerosità e diversità dei sintomi. La percezione del dolore è il primo campanello d’allarme.

Le cause della malattia possono essere di predisposizione genetica, ma anche l’influenza di condizioni ambientali e socioculturali – vedi lo stress – sono determinanti nello sviluppo della patologia. Anche traumi, dinamiche famigliari, abusi fisici o sessuali rientrano tra le cause.

La fibromialgia è una patologia poco conosciuta nel nostro Paese nonostante i circa 2 milioni di persone che combattono ogni giorno contro “un dolore del corpo e dell’anima” (definizione del dott. Piercarlo Sarzi Puttini, reumatologo dell’Ospedale Sacco di Milano), come lo scrittore Fabio Salvatore.

“Ci voleva il coraggio della verità di Lady Gaga – ha detto lo scrittore alle agenzie stampa – che annulla il suo tour europeo per via della sofferenza fisica, per far parlare in Italia di fibromialgia. Io ci convivo da oltre tre anni con questa malattia che in Italia, è un tabù. Ho girato in lungo e largo centri diagnostici, poli di ricerca, ma non esiste una vera e propria cura, se non bombardamenti di farmaci associati ad antidepressivi. Siamo considerati malati di serie b”.

Dal punto di vista legislativo il 15 novembre scorso la Commissione Affari sociali della Camera ha approvato un testo che prevede di includere la fibromialgia nell’elenco delle malattie croniche di rilevante impatto sociale e sanitario e che devono rientrare nei Lea, i livelli essenziali di assistenza.

La sindrome del dolore che non si vede è invalidante perché devasta il corpo e l’anima della persona affetta.

“Non posso fare diversamente, devo mettere me stessa al primo posto”, con questa nota diffusa su Twitter Lady Gaga, dispiaciuta,  saluta i suoi fans, #LittleMonsters così da lei chiamati, in attesa di un suo trionfante ritorno sui palcoscenici internazionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *